Saturday, November 04, 2006

HALLOWEEN PARTY

Quindi NO...non soffro di una regeressione infatile del linguaggio,non sono scappato in Tibet e non sto cercando il mio Karma.Ma jason,il mio computer,ha preso un virus. Finchè non li tocchi con mano ai virus non ci credi, pensi siano una leggenda metropolitana inventata da Bill Gates e i suoi scagnozzi adepti di micrisoft.Ma l'ho visto il virus mentre avidamente tormentava Jason e la sua memoria...è stato terribile.In quei momenti non ero capace di intendere e di volere.
E' da un po'che vi parlo di un presunto post da pubblicare e forse starete pensando, miei intrepidi lettori, che mi stia accingendo a scrivere un pezzo che entrerà nella storia della blogosfera...SCORDATEVELO. Non abbiate aspettative, considerate ogni parola come manna caduta accidentalmente da cielo.

Halloween. "Che si fa per halloween?", è da settembre che questa domanda è ripetuta all'infinito da ogni ragazzo della mia classe, orami fa parte dell'ordine delle cose, nè più nè meno della ragazza all'angolo che copia la versione di greco e della intensa corrispondenza epistolare tra due ragazzi alle estremità delle classe( i famigerati bigliettini). Dopo notti passate assorti nelle elucubrazioni più intense si decide per una festa a casa di Marco( e chi caspio è Marco?Vi chiederete...annuite e fingete di capire...un po' come quando guardi una soap opera con un'amica fingendo di capire alla perfezione perchè Sharon ha lasciato Cristofer).
Sui look le foto parlano già, non aggiungo altro.( E che vi aspettate? Devo cominciare commentare pure i capelli della Lollobrigida?).
Arriviamo a quella che pensavamo fosse una casa. La mia bocca era spalancata tanto che una mosca avrebbe potuto benissimo entrare, riprodursi e conoscere il sucessore di papa Razinger,...una villa, una villa con la piscina.Fingendomi a mio agio tra piscine, lampadari in vetri di boemia, bagni grandi quanto il mio appartamento mi aggiravo furtivo tra ragazze libertine abbagliate dalle luci psichedeliche ( e non solo da quelle) e ragazzi che sembravano appena uscita dal Village people. La serata finisce con un desolante gioco della bottiglia in cui il momento più spinto è stato il bacio sulla guancia tra due ragazze...(!)
Danni:rotto un lavandino( dopo l'incidente si è deciso di non far andare in bagno le persone più di una alla volta, decisione impopolare ma necessaria...:))

Il vostro blogger sempre più perplesso.

4 Comments:

Anonymous enrico said...

Ohhhh!!! chi non muore si rivede, o si rilegge, se preferisci.
Bel caos il posto dove ti sei ritrovato a festeggiare Halloween
Un luogo sobrio e niente affatto alla ribalta.
Piuttosto, cosa dicono gli studi? e la tua attività di giornalista studentesco?

12:10 PM  
Anonymous soleluna120 said...

bentornato!!!!!!! oddio... non parliamo di halloween -.- voglio dimenticare quella serata in cui la mia crescita si è fermata definitivamente...

10:49 AM  
Anonymous Simona said...

Pischello ti credevo impegnato sui libri e impossibilitato a scrivere qualche cazzata!

6:09 AM  
Blogger da92 said...

EHHH...giornalista studentesco tutto bene,,studi diciamo che pian pianino me la cavicchio..saoo!

1:19 PM  

Post a Comment

<< Home